CUS

Gli abitanti del Quartiere San Gennaro il CUS dell’Unical

Oggi abbiamo fatto un salto in palestra al Centro Universitario Sportivo (CUS) del Quartiere San Gennaro. Non abbiamo dovuto spostarci di tanto, il CUS è proprio di fronte a noi.

All’interno due open space che fino a qualche anno fa erano solo due magazzini abbandonati. A rimetterli a nuovo Mario Aloe, che lo sport e l’allenamento ce l’ha nel sangue. Basta vedere la sua forma fisica per capirlo! Grazie a lui, gestore e proprietario delle attrezzature, oggi i locali sono pronti ad accogliere gli amanti del fitness, del corpo libero e degli sport da ring. Muay Thay, MMA e K1 le discipline che si possono praticare, ma anche Military Cross e Cross Training. Nel CUS Mario ha portato la sua squadra, Fight Club, che da quattordici anni allena a livello agonistico e che nel corso degli anni ha partecipato a diverse competizioni, italiane ed europee, ma anche mondiali. Nel 2011 la squadra ha vinto, infatti, il riconoscimento mondiale Kombat League World Cup.

Il centro sportivo è aperto a tutti, non solo a studenti. Da aprile a ottobre molte attività si svolgono all’aperto negli spazi comuni del Quartiere. Da qui l’esigenza di rigenerare quello che c’è intorno. Trasformare in aree vivibili zone dove l’erba cresce alta, che con la calda stagione potrebbe causare inconvenienti. Richiamare una partecipazione attiva dei giovani universitari per migliorare il modo di lavorare e l’aria che si respira fuori dal ring. Un ambiente animato darebbe sicuramente un bel colpo alla voglia di allenarsi nel Quartiere! In palestra il clima è quello della carica e dell’energia. Di giovani e meno giovani che per un motivo o per un altro scelgono di fare un tipo di attività che richiede preparazione atletica sia fisica che mentale, concentrazione e attenzione.

Come il muay thai che prevede combinazioni di pugni, calci, gomitate e ginocchiate che attivano otto parti del corpo. Per fortuna noi li abbiamo schivati prendendo solo qualche scatto durante l’allenamento dove lo sforzo è direttamente proporzionale alla motivazione che ragazzi e ragazze ci mettono. Anche in questo caso volontà e passione sono indispensabili. In un contesto del genere la rigenerazione del Quartiere San Gennaro con il progetto Tilt potrebbe rendere l’esercizio se non meno pesante, quanto meno più piacevole!